PADOVA : NELLA GIORNATA INTERNAZIONALISTA PER I PRIGIONIERI POLITICI MAPUCHE . GIOVEDI 27 GIUGNO LIBERTÀ PER IL COMPAGNO MAPUCHE FACUNDO HUALA! FUORI BENETTON

Cosa unisce i laboratori tessili del Bangladesh dove i lavori vengono pagati pochi dollari al giorno, dove la mancata applicazione di misure di sicurezza adeguate hanno provocato centinaia di morti, agli ampliamenti come la terza corsia dell’autostrada A13 che cementeranno migliaia di ettari a discapito della manutenzione e messa a norma? Cosa unisce la tragedia del ponte Morandi alle espropriazioni dei territori indigeni dei Mapuche tra Argentina e Cile? Cosa unisce la sparizione di Santiago Maldonado e l’incarcerazione di un importante leader politico di comunità?
Questo filo invisibile è Benetton che, nonostante l’immagine di apertura e tolleranza, si basa su azioni predatorie in tutto il pianeta per i suoi interessi commerciali. Ogni resistenza al saccheggio e alle violenze rappresenta una minaccia all’immagine dell’azienda che richiede agli stati coinvolti di reprimere e allontanare chi vive da sempre in quei territori e li difende, arrivando a uccidere e incarcerare le figure più in vista delle comunità e far vivere bambini e donne in una situazione di costante minaccia alle loro vite. Tra questi c’è Facundo Huala, “lonko” ovvero rappresentante politico, della comunità mapuche di Cushamen, estradato illegalmente dall’Argentina al Cile dov’è stato condannato a 9 anni di reclusione. In Cile la corruzione e i montaggi giudiziari contro chi difende i beni comuni della natura hanno portato ad omicidi e violenze impunite e a decine di reclusioni di Mapuche in carceri dove si praticano tortura e incarceramento preventivo illimitato, anche senza prove, in base alla legge antiterrorismo ancora in vigore dai tempi della dittatura di Pinochet.
In occasione della giornata internazionalista di solidarietà con i prigionieri e la causa del popolo Mapuche vogliamo incontrarci in piazza per raccontare questa storia e chiedere che:
Benetton restituisca le terre comunitarie ancestrali ai Mapuche,
Che vengano ritirate le concessioni autostradali e che venga riconosciuta l’assunzione della responsabilità penale ed economica a Benetton per le morti e per i danni provocati dalle mancate manutenzioni e messa norma delle autostrade di cui è concessionario,
Condizioni di lavoro dignitose per i lavoratori e lavoratrici delle aziende direttamente o indirettamente collegate ai Benetton,
Stop ai devastanti progetti minerari della Minera Sud Argentina di cui Benetton è maggiore azionista,
Libertà per il lonko Facundo Huala e la fine delle persecuzioni.

Ci vediamo giovedì 27 giugno alle 17.30 in Piazza delle Erbe a Padova per un presidio e passeggiata verso il negozio di Benetton!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: