DOCUMENTARIO LA RIVOLTA SOCIALE IN CILE

 

Dal 18 OTTOBRE 2019, migliaia di cileni sono scesi in strada. Il loro motivo principale era di resistere a un aumento del prezzo del biglietto della metropolitana, ma ora la società è ancora accesa e richiede un cambiamento nel modello economico neoliberista che esiste nel paese da oltre 30 anni e che ha coltivato un’elevata disuguaglianza. La crisi è peggiorata a causa della repressione con cui il governo ha risposto alle richieste.

La polizia cilena (carabinieri) ha risposto ai movimenti dei manifestanti con l’acqua, il lancio di gas lacrimogeni e il lancio di pellet. Dall’inizio delle proteste, gli scontri hanno lasciato più di 2.500 feriti e decine di persone morte, di cui almeno cinque sono morte a causa di proiettili sparati da agenti di polizia.

Inoltre, ci sono stati circa 5.300 arresti violenti. “Ci sono molti casi di percosse, aggressioni sessuali e arresti arbitrari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: