Ostuni – 1 agosto in ricordo di Santiago Maldonado – la lotta non si arresta

A quattro anni dalla sparizione forzata di Santiago Maldonado la lotta, la solidarietà e la sete di vendetta non si arrestano.

Dal Cile all’Argentina multinazionali e imprenditori senza scrupoli, che manovrano i governi e le forze armate come burattini senza anima e cervello, continuano a saccheggiare e devastare il Wall Mapu ammazzando impunemente i Mapuche suoi figli e difensori.

L’Italia è tristemente legata a doppio filo di sangue con il biocidio e il genocidio della madre terra e delle popolazioni che la abitano. Non solo attraverso la fornitura di armi ed equipaggiamenti da guerra ma anche attraverso la figura di imprenditori come Benetton ed Angelini o aziende come l’Enel che di fatto sono i veri proprietari rispettivamente di Argentina e Cile.


L’1 agosto al “Ostuni Climate Camp” non solo ricorderemo Santiago Maldonado, anarchico solidale col popolo Mapuche fatto sparire e ammazzato dalla gendarmeria argentina per ordine di Benetton, ma faremo un punto sulla lotta anticapitalista dei Mapuche che da centinaia di anni si oppone al capitalismo estrattivista pagando con la propria vita la difesa di un stile di vita slegato dalle logiche occidentali capitaliste e la difesa di un ecosistema unico e fondamentale per la sopravvivenza dell’intero pianeta.

Tra le armi più affinate utilizzate nella persecuzione dei Mapuche c’è l’arma della repressione che li vede vittime di montature giudiziarie e processi farsa e quindi di anni di prigionia politica.

Quindi approfondiremo la situazione di Facundo Huala lonko bersaglio della persecuzione politica di Benetton che ha corrotto e manipolato l’intero apparato giudiziario statale sia Cileno che Argentino pur di farlo condannare a 9 anni di carcere e che sta vedendosi rigettata ogni forma di appello a misure meno opprimenti in modo inspiegabile e ingiustificato.

Durate la giornata del 1 agosto saremo presenti anche con un banchetto solidale, una mostra fotografica, live con una canzone per Santiago e una riffa benefica con tanti premi. Partecipa e diffondi!

L’1 agosto del 2017 Santiago Maldonato subì la sparizione forzata mentre partecipava ad una manifestazione per esigere la libertà del lonko Facundo Huala e Santiago avrà giustizia quando Facudo sarà liberato.

SANTIAGO, SOLO MUORE CHI È DIMENTICATO. E NOI NON LO FAREMO. VIVRAI SEMPRE NELLE NOSTRE LOTTE!!! SANTIAGO MALDONADO, PRESENTE ORA E SEMPRE. SAPPIAMO CHI È STATO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: