Matìas: giovane cileno rischia 35 anni di carcere

Matìas Alberto Berrocal Terrones. 
Prigioniero politico della rivolta cilena.
Ha solo 21 anni. 
È in carcere dal 15/10/2020, nella prigione “Santiago 1”, per fatti accaduti durate una manifestazione nel quartiere Lo Hermida, Peñalolen.
Accusato di: associazione illecita, tentato omicidio a carabiniere, detenzione e uso di molotov, detenzione d’arma di fabbricazione artigianale, uso abusivo d’arma da fuoco.
Quel giorno, erano state detenute 11 persone. Ad oggi, 7 sono libere e 4 stanno scontando carcere preventivo. Matìas è l’unico che ancora non è stato condannato. Rischia 35 anni. 
Matìas, conosciuto come “el Jordano”, ha un passato difficile. È un ragazzo di strada, proveniente da una famiglia che è sempre stata assente, ha vissuto molti anni nel contesto perverso del Sename. 
Attualmente, al suo fianco solo c’è la sua ragazza. 
La revisione delle misure cautelari gli è stata negata in diverse occasioni. 
Il prossimo 6 ottobre si terrà un’audienza di revisione, durante la quale l’accusa cercherà di aggravare la situazione di Matìas. 


Visita la pagina Instagram a lui dedicata:


Mattias Jordano alakalle. 


Informati e solidarizza come noi per la libertà immediata di Matías Berrocal!!!

Red Internacional en defensa del pueblo mapuche, Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: