FERMIAMO IL VIRUS BENETTON

Evento di Food Not Bombs Padova

Piazza Antonio Canova, 30173 Venezia VE, Italia

A Mestre, Sabato 20 novembre 18:00.

LA COP26 DI GLASGOW SI CHIUDE: A prevalere sono ancora gli interessi di un modello di
sviluppo capitalista, basato sullo sfruttamento di risorse umane e ambientali. Ciò avviene a
scapito del bene comune, della giustizia sociale, della dignità dei popoli e del rispetto
dell’ambiente, i quali sono invece i valori fondamentali della vita e l’unica vera risposta alla
crisi che stiamo vivendo.
La resistenza delle popolazioni indigene in molte parti del mondo è un esempio di lotta per
l’ambiente e per l’esistenza umana. Il loro esempio va sostenuto con delle azioni nei nostri
territori per combattere chi distrugge la terra, la depreda e persegue quanti tentano di opporsi.
Dalla Patagonia i Mapuche (gente della Terra) sono una comunità in resistenza che lotta per
la restituzione delle loro terre ancestrali usurpate, da predatori come i Benetton, con la
complicità dei governi cileno e argentino. I Benetton si sono impossessati in Argentina di
1.100.000 ettari, fin dagli anni 90, attuando uno sfruttamento intensivo del territorio (allevamenti,
acqua, sottosuolo), escludendo e perseguitando i Mapuche con carcerazioni ed omicidi, come
quello di Santiago Maldonado, e con attacchi militari contro le comunità.
I Benetton sono una nota famiglia di imprenditori veneti, con una lunga storia di sfruttamento:
• Negli anni ’70, con il decentramento produttivo nel settore tessile, hanno rovinato famiglie e
territori in tutto il Veneto
• Con le successive delocalizzazioni, soprattutto in paesi asiatici come il Bangladesh, hanno
sfruttato migliaia di lavoratrici e lavoratori e causato centinaia di morti per la mancanza di
misure di sicurezza nelle loro fabbriche (1100 morti nel crollo del Rana Plaza a Dacca nel
2013)
• Occupazione delle terre in Patagonia negli anni ‘90
• Negli ultimi 20 anni si sono buttati su autostrade, porti, aeroporti, finanza, cibo e settori
immobiliari
• “Liquidati” con più di venti miliardi dopo le stragi (ponte Morandi, Acqualonga…) e i disastri
da loro causati nelle autostrade per uscire da ASPI (autostrade per l’Italia) stanno acquisendo
aziende e intervenendo nella green economy (colonnine ricariche auto elettriche per
esempio), nuova frontiera della valorizzazione del capitale.
VERITÀ E GIUSTIZIA PER LE MORTI E PERSECUZIONI FIRMATE BENETTON
Togliamo la maschera a chi, nascondendosi dietro l’immagine di benefattore e mecenate,
continua a perpetrare violenza, morte e sfruttamento.
Sosteniamo le lotte per la giustizia sociale contro le politiche liberiste che colpiscono i ceti
popolari in Cile attuate dal governo Piñeira.
LIBERTÀ PER LONKO FACUNDO JONES HUALA!!!
LIBERTÀ PER MATTIAS JORDANO!!!
LIBERTÀ PER TUTTI I PRIGIONIERI POLITICI DELLA RIVOLTA IN CILE E PER I
PRIGIONIERI POLITICI MAPUCHE!!!
SOSTENIAMOLI, ESPRIMIAMO LORO LA NOSTRA VICINANZA E SOLIDARIETÀ
LA LORO LOTTA È LA NOSTRA LOTTA
UNITI PER LA LIBERTÀ E LA
GIUSTIZIA SOCIALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: