Resistenza Ancestrale Mapuche (RAM) rivendica presunto attentato contro il capitale, per la libertà di tutti i prigionieri politici.

DENUNCIANO CHE UOMINI INCAPPUCCIATI SONO ENTRATI SPARANDO E HANNO APPICCATO UN INCENDIO IN UN COMPLESSO DI CAPANNE A LOS REPOLLOS. HANNO LASCIATO OPUSCOLI DELLA RAM

Due uomini incappucciati e armati di armi da fuoco sono entrati in un complesso di cabine a El Bolsón nelle prime ore di questa mattina e, dopo aver rotto le finestre, sono entrati, hanno rubato contanti e dato fuoco a un materasso, dopodiché sono fuggiti sparando due colpi di pistola.

Sul posto hanno lasciato volantini in cui affermavano di far parte della Resistenza Ancestrale Mapuche (RAM).

Il proprietario del locale ha riportato ustioni sul 20% del corpo ed è ricoverato all’ospedale El Bolsón.
Il 12° commissariato di polizia della località è venuto a conoscenza dell’episodio intorno alle 2 del mattino, quando un uomo si è avvicinato alla postazione stradale della forza rionegrina e ha avvertito dell’episodio che i malviventi avevano perpetrato, al chilometro 1933 della statale 40.
Quando il veicolo della polizia si è recato sul posto, ha incontrato la vittima, un uomo di 50 anni, che ha raccontato che, mentre dormiva con la moglie, ha sentito esplodere le finestre, dopodiché sono entrati due uomini incappucciati con armi da fuoco e una tanica di carburante.
Gli aggressori hanno minacciato la coppia e hanno chiesto di consegnare del denaro contante, costringendo la vittima a consegnare circa 20.000 dollari. Gli autori hanno dato fuoco a un materasso in una delle camere da letto, hanno rotto uno dei finestrini dell’auto privata della vittima e sono fuggiti, a quel punto hanno sparato due colpi in aria.
La vittima ha riportato ustioni su parte del corpo quando il materasso è stato rimosso dalla casa, quindi è stata curata dall’ambulanza dell’ospedale locale, che l’ha poi trasferita in ospedale.


Questo giovedì mattina, le persone colpite hanno trovato un pezzo di carta con una scritta, relativa a una presunta rivendicazione da parte di una comunità Mapuche.
Secondo le informazioni fornite da fonti di polizia, il caso è stato deferito all’Unità decentrata della Procura della Repubblica, competente per la località della Comarca.

Notizia in aggiornamento..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: