Violenta perquisizione in casa di Isabel Guala, mamma del lonko Facundo


🔴Ora: Raid nelle famiglie mapuche e i relativi spazi.

È successo questa mattina presto a Rio Negro, con incursioni simultanee contro le comunità nei territori e negli spazi urbani, sequestrando telefoni cellulari, documenti ed effetti personali. In una conversazione con Longko Isabel Huala de Huala We di Bariloche, ha denunciato: “L’ordine proveniva da Villa La Angostura, Neuquén. Cercavano mio figlio Fausto Jones Huala. Hanno perquisito noi, mia figlia Fiorela Jones Huala e mio genero Sebastián, cercavano computer, bandiere e documenti. Hanno anche fatto irruzione nella casa di María Nahuel, zia di Rafita Nahuel, assassinata dal gruppo Albatros. E questa è la persecuzione che dura da 150 anni, la conquista del deserto non è finita, gli affari sono ripresi, la confisca delle terre è ancora in corso, ecco perché hanno sfrattato i machi Betiana da Winkul Mapu. La persecuzione continuerà finché non ci alzeremo e non resteremo a terra, finché i popoli nativi continueranno ad accettare l’asservimento dei loro territori, la contaminazione e la distruzione dei loro luoghi. Non ci arrendiamo, siamo in piedi, continuiamo a dialogare e a chiedere alle organizzazioni per i diritti umani e alle persone coscienziose di diffondere la notizia di questa situazione di persecuzione. Non ho paura di nessuno e chiedo la libertà dei prigionieri politici e di Machi Betiana con il ritorno al suo rewe”.


Notizie in aggiornamento
Fonte: MatanzaViva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: