LAFKEN WINKUL MAPU LOF, TERRITORIO DE RELMU LAFKEN e WEICHAFE RAFAEL NAHUEL, ESPRIMIAMO CIO’ CHE SEGUE :

Rassegna storica ;
Fino all’arrivo del gesuita Nicolás  Mascardi, al territorio Relmu Lafken nel 1670 circa, questa terra era abitata da differenti Lofche, comunità Mapuche; nella zona visse il gran Lonko Weichan LINKONAHUEL, conosciuto per la sua instancabile lotta contro gli invasori che arrivarono con il proposito di sottometterci.
Questo territorio che si estendeva dal AMUNKAR conosciuto come il Cerro Tronador fino al Nawael Wapi, era diviso solo da confini naturali. Con l’arrivo di Mascardi, Guillelmo e il suo gruppo di gesuiti accompagnati dall’esercito, in questa parte di territorio giunsero il cristianesimo, l’espropriazione e il genocidio.
Ci fu un grande weichan(lotta), una grande resistenza da parte dei nostri Kuifiche (los antiguos ), molti di loro diedero la propria vita come le autorità Machi, Lonko, pichikeche, fvchakeche. Il massacro fu inevitabile anche se non raggiunsero completamente il loro obiettivo.
Weichafe e Kona( guerrieri e collaboratori) continuarono a lottare e fu così che due Peñi giustiziarono Nicolás  Mascardi nella zona del Relmu Lafken.
Dopo questi successi la nostra gente si è fortificata e ha continuato a resistere nel territorio fino all’arrivo dell’esercito argentino guidato da Roca nel 1890, che venne nuovamente con la Chiesa e con Perito Moreno. (un esplotatore argentino)
Avanzarono con i fucili e la bibbia nelle mani, macchiando un’altra volta di sangue il nostro territorio, assassinando comunità intere, sottomettendo e schiavizzando innumerevoli tra Peñi e Lamngen Pu Pichikeche, Fvchakeche che furono portati in diversi campi di sterminio, ammassati all’interno di grandi distanze, dove molte della nostre genti morirono e altri vennero portati nelle zone più urbane e offerti come servi, manodopera e schiavi.
Da qui inizia la complicità dei mezzi di comunicazione, all’epoca c’erano quotidiani come Clarin e La Nación,  dove si poteva leggere come supplemento “oggi deportazione di índios”. I grandi Lonko e le loro genti vennero giustiziati e altri obbligati ad arrendersi con la tortura davanti allo stato argentino che già si stava appropriando del nostro territorio.
Nel 1930, dopo il suo consolidamento lo Stato argentino, con l’intento di continuare a nascondere i massacri, crea l’organismo chiamato “Parco Nazionale”, il cui obiettivo è quello di proteggere i luoghi naturali. Per molti anni ci hanno mantenuti nella marginalizzazione delle periferie urbane, ammassati in territori limitati e infertili. Tuttavia, non sono riusciti a sconfiggerci e con il tempo stiamo tornato nuovamente a lottare.
La forza del LINKONAHUEL e tutto il nostro spirito guerriero torna con forza nel nostro sangue e per questo torniamo nelle nostre terre, alla nostra vita mapuche, non siamo usurpatori. I vari Governi di turno, sia nazionali che provinciali e municipali, comisiones de fomento e Yanakona(mapuche venduti, traditori) continuano ad essere storicamente complici ed alleati con i mezzi di comunicazione e con la Chiesa, falsando e delegittimando la nostra lotta.
Un loro chiaro esempio, è stata la collaborazione con la Chiesa cattolica nella loro struttura di alloggio “weche ruka” nel Novembre del 2017, dove hanno sistemato circa 500 poliziotti federali “Albatros”, i quali da lì hanno raccolto informazioni e hanno tentato di entrare nel nostro territorio cercando di sgomberarci, uccidendo alle spalle  il nostro Weichafe Rafael Nahuel.
La posizione della nostra gente continua ad essere inamovibile, senza riconoscere l’invasore né come alleato né come amico, la memoria dei nostri antenati, la memoria del nostro weichafe Rafael Nahuel, non la negoziamo per niente e per nessuno, né ancora meno con qualche politico di turno, il controllo territoriale e l’autodifesa la portiamo avanti con fermezza, guidati dai nostri Kuyfikecheiem, kuyfinewen e dal nostro pu lonko.
Siamo il LAFKEN WINKUL MAPU, una comunità che abita la terra del lago e della montagna, la nostra identità è conforme al territorio abitato.
 Lafken winkul mapu lof, territorio del  RELMU LAFKEN, kuyfi lonko LINKONAHUEL e WEICHAFE RAFAEL NAHUEL IEM….

Senza un passo indietro la recuperazione territoriale continuerà in tutto il Wallmapu !

Newentuaiñ kom pu Mapuchekeche.

Que tenga mucho NEWEN la gente mapuche !

22 de mayo de 2020.

Fonte:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: